Gruppo RICICLIAMO INSIEME

Cari amici della COMPAGNIA DEI MEGLIO INSIEME,

perché abbiamo costituito questo nuovo gruppo? Le motivazioni sono molteplici e sono tutte racchiuse nel suo titolo.

RICICLIAMO: significa contribuire a produrre prodotti finiti e intermedi mediante la rigenerazione e rilavorazione di rifiuti opportunamente differenziati.

La formazione del petrolio, dei legnami e di altre materie prime avviene in anni e millenni e noi consumiamo il tutto con una velocità insostenibile: certamente lasceremo ai nostri discendenti un pianeta in condizioni peggiori di come l’abbiamo conosciuto e vissuto. E la situazione nel breve termine non migliora: è stato calcolato che per produrre prodotti finiti e intermedi nel 2018 sono stati utilizzati materiali riciclati dal 1° gennaio al 13 agosto e da qui sino al 31 dicembre si è attinto a materie prime del pianeta; nel 2019 questa situazione temporale è stata peggiorata di 15 giorni al 29 luglio. Quindi nel 2019 non si è riciclato meglio del 2018.

INSIEME: significa che ognuno di noi, che già si impegna a seguire correttamente differenziazione dei rifiuti,  risparmio energetico e corretta alimentazione (camminatori, ciclisti, terzo tempisti insegnano!) deve riuscire a stabilire una rete intercomunicativa anche all’infuori della nostra COMPAGNIA tale da aumentare la quantità e qualità del nostro RICICLO.

Si deve riciclare di più: è possibile? Si!, se tutti ci impegniamo anche con consigli, proposte originali ed anche con critiche al nostro pensiero comune per un utile e meritoria discussione.

Il risultato sarà una migliore qualità della nostra esistenza  ed il gruppo potrà denominarsi RICICLIAMO DI PIU’ INSIEME . Anche la nostra Compagnia diventerà COMPAGNIA DEI MIGLIORI INSIEME.


 Cliccando sul link riportato di seguito si può visualizzare la presentazione AMBIENTE E PLASTICA esposta ai Soci nella riunione del gennaio 2020:

—>  AMBIENTE E PLASTICA

Oltre alle informazioni contenute nella presentazione AMBIENTE E PLASTICA , riporto i dati contenuti in un’articolo di Le Scienze del gennaio 2020: “la produzione di prodotti in plastica nel 2018 è stata di 358.000.000 (trecentocinquantotto miliardi di tonnellate!!) e soltanto il 15% è stato riciclato”.

Pertanto vi elenco alcune raccomandazioni per ridurre l’uso di prodotti in plastica (da Plastici Detox di J.L.Gallego, ed. Corbaccio 2019):

1 – Utilizzare per la spesa borse in tessuto anziché in plastica (costo minimo)

2 – Privilegiare uso di acqua potabile filtrata (costo filtro da 100 euro)

3 – Privilegiare acqua gasata con gasatore domestico (costo da 100 euro)

4 – Confezionare regali con carta anziché plastica (costo zero)

5 – Utilizzare cannucce, piatti, posate, bicchieri di origine vegetale e compostabili

6 – Privilegiare boracce per acqua in metallo (costo minimo)

7 – Eliminare uso di palloncini e bastoncini in plastica

8 – Valutare acquisto di giocattoli di legno (costo minimo)

9 – Valutare acquisto di mobili di legno

10-Acquistare alimenti sciolti in confezioni di carta (costo minimo)

Seguiranno altre raccomandazioni.



ALTRI DOCUMENTI:

stagionalità di “frutta e verdura” :

—->      Frutta e verdura – 1       —->       Frutta e verdura -2